Breve storia amorosa dei vasi comunicanti, Davide Mosca, Einaudi Stile libero, 2019

Remo, il ragazzo “esempio”, dal quale tutti si aspettano il successo.
Ma ora Remo “cammina a capo chino, infagottato nella tuta nonostante il caldo. E l’espressione di chi non si aspetta più nulla dalla vita”.

Margherita “con i capelli folti, un intrico di tendini che correvano tra il collo e le spalle a disegnare l’ossatura di un esile aquilone”.
Due giovani smarriti, intrappolati in un corpo inospitale, si incontrano e si amano. Con l’amore e la presenza costante l’uno per l’altro, si salvano, insieme, da un vita che pensavano non sarebbe mai cambiata.

Perché “tutto cambia quando si chiede aiuto.