L’associazione Psicopatologie Contemporanee – Il Corpo Specchio – è il centro di riferimento per il Veneto della Federazione Italiana Disturbi Alimentari di cui è socio fondatore.
L’associazione intende promuovere e sviluppare in un’ottica psicoanalitica:

_ la cura
_ gli studi
_ la ricerca
_ la formazione

nel campo delle psicoterapie, dell’arte terapia, di terapie a mediazione corporea con particolare attenzione ai Disturbi del Comportamento Alimentare in tutte le loro forme, associazioni e complicanze e alle situazioni in cui questi si abbinano a disturbi di personalità. Il centro ha la sua sede principale a Verona e terapeuti di riferimento a Brescia.

focus On

che cos’è la bellezza?
what is beauty?

percorsi CLINICI

Corpo Specchio si avvale di una equipe altamente specializzata nel trattamento dei DCA composta da psicoterapeuti, medici, psichiatri che condividono un orientamento psicoanalitico e che collaborano con centri e strutture dislocati nel territorio.

L’attività clinica prevede:

_ psicoterapia individuale

_ psicoterapie di gruppo

_ psicoterapie per la coppia e per la famiglia

_ gruppi Balint per genitori

_ supporto medico psichiatrico

L’ Associazione Psicopatologie Contemporanee Il Corpo Specchio promuove la conoscenza teorica e la pratica clinica di tutte quelle forme di sofferenza psichica in cui l’eclissi di parola e pensiero costringono il corpo a farsi portatore di tutto ciò che di sé non si vuole far sapere.

Psicoterapia individuale

La psicoterapia è a orientamento psicoanalitico e mira a favorire l’autoconoscenza, fornendo così al paziente strumenti di gestione e contenimento delle emozioni e della dimensione affettiva, in assenza dei quali diventa fondamentale il ruolo del sintomo.

Il sintomo racchiude e condensa una verità fondamentale per il soggetto, una verità inaccettabile per la coscienza. Solo quando questa verità e la profonda conflittualità che l’accompagnano diventeranno accessibili a livello cosciente, il sintomo avrà esaurito il suo compito l’energia da esso captata tornerà libera e fruibile per altri compiti esistenziali. Il recupero di esperienze rimosse, cancellate, negate racchiude un lungo lavoro della memoria sulla memoria. Un lavoro di ri-significazione di vicende presenti e passate, spesso traumatiche e dolorose che richiede la presenza di un altro capace di ridefinire e dare un nome a emozioni incomprensibili e dolorose.

Questo lavoro può avvenire solo in un contesto contenitivo e rassicurante che, aprendo uno spazio riflessivo, consenta di riavviare una costruzione di sé più autentica, flessibile e armonica.

Psicoterapia di gruppo

La psicoterapia psicoanalitica di gruppo è un percorso che viene co-costruito da paziente e terapeuta nel corso dei colloqui preliminari.

Il gruppo permette di uscire da un isolamento alienante che rende inaccettabile e mostruosa la sofferenza a cui però, paradossalmente, il paziente dedica ogni attimo della sua esistenza. Attraverso il lavoro nel gruppo le relazioni con gli altri si sostituiscono gradualmente all’unica relazione possibile: quella con un non-Sè incarnato in un corpo detestato, minaccioso e nemico.

Se all’inizio del racconto del gruppo il sintomo alimentare sembra essere l’unico elemento esprimibile, con il tempo diventa possibile sintonizzarsi con un campo di esperienza emotiva condiviso in cui è possibile far emergere la ricchezza di ognuno, in un processo di fiducia e reciprocità nel quale l’arricchimento di sé si alterna alla scoperta del mondo esterno e degli altri.

Gruppi Balint per genitori

Per sostenere il percorso terapeutico dei pazienti che si rivolgono a noi, abbiamo da anni attivato e sperimentato un dispositivo di sostegno per genitori e familiari che deriva dal metodo progettato da Michael Balint per aiutare i medici a gestire le relazioni con i loro pazienti. Analogamente noi ci proponiamo di migliorare la capacità di genitori e familiari di sostenere il percorso terapeutico dei figli.

Partendo dal presupposto che qualcosa non ha funzionato adeguatamente nel percorso di crescita e trasformazione delle relazioni familiari, l’introduzione di uno sguardo e di relazioni esterne alla famiglia rappresentate dal gruppo e dal conduttore, aiuta i genitori ad aprirsi ed allenarsi a osservare i funzionamenti consapevoli ed inconsapevoli nella relazione con i figli portatori di sintomi e con gli altri membri della famiglia e del contesto di vita.

Supporto medico

I disturbi del comportamento alimentare hanno sempre una ricaduta sul piano fisico che va valutata e monitorata da uno specialista. E’ quindi indispensabile che nella formulazione del progetto terapeutico sia incluso il trattamento medico.

La stretta collaborazione tra medico e psicoterapeuta permette di affrontare le difficoltà che man mano si incontrano sui due versanti (fisico ed emotivo), in un continuo sforzo di integrazione. In certi casi può essere utile proporre al paziente un percorso sul piano nutrizionale di sostegno alla sperimentazione di un rinnovato rapporto con il cibo e con il proprio corpo nutrito, una sorta di nuova alfabetizzazione alimentare.

 

progetti e collaborazioni

L’Associazione, oltre a fornire uno spazio di formazione permanente per i soci, si occupa di promuovere e realizzare studi, progetti, ricerche, incontri seminari e ogni altra iniziativa utile a far conoscere presso la società civile e le istituzioni, la psicoterapia e gli strumenti psicologici atti a favorire la prevenzione e la cura dei disordini alimentari  e dei disagi di ordine psicologico.

Il gruppo di lavoro formato da psicoterapeuti, medici e psichiatri utilizza un modello di intervento condiviso basato sull’esperienza maturata nei molti anni di attività clinica e sul continuo aggiornamento e confronto professionale.

L’Associazione promuove in modo continuativo attività formative rivolte a

  • colleghi attraverso l’organizzazione di seminari, convegni, gruppi di studio, supervisioni individuali e di gruppo;
  • insegnanti, operatori, educatori;
  • alla popolazione attraverso incontri a carattere informativo e rubriche radiofoniche;
  • genitori: è fondamentale fornire agli adulti di riferimento gli strumenti per riconoscere eventuali situazioni di difficoltà ed intervenire in modo precoce con un intervento specialistico mirato, prima che si strutturi un vero e proprio sintomo.
iniziative associative

L’Associazione Il Corpo Specchio ha stipulato la convenzione con l’Università di Padova per il tirocinio pre e/o post laurea rivolto a  studenti e laureati in Psicologia.

Organizziamo nella nostra sede attività di prevenzione rivolta a famiglie, scuole, strutture sanitarie e associazioni sportive con l’intento di diffondere le conoscenze sul tema dei DCA e di tutte le patologie complesse attualmente più diffuse, con particolare attenzione a quelle che vedono coinvolto il corpo.

Periodicamente organizziamo supervisioni con professionisti di fama internazionale, presentazioni di libri con la partecipazione degli autori e dibattiti con il pubblico.

Equipe centro CORPO SPECCHIO

Claudia Bartocci

Psicoanalista – Presidente Associazione Il Corpo Specchio – Referente Verona

Manuel Pauciullo

Psicologo, Psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico – referente Verona

Federica Menaldo

Medico Psichiatra – Psicoanalista Aipa – conduttrice di Gruppi Balint – referente Verona

Barbara Busetto

Psicologa Psicoterapeuta – referente Verona

Luigino Bergamo

Medico Psichiatra – Psicoterapeuta – Nutrizionista – referente Verona

Ilenia Bozzola

Psicologa Psicoterapeuta – referente Verona

Alessandra Calculli

Medico Psichiatra – Psicoanalista – referente Verona

sede legale

Via Giardino Giusti n. 4 – 37129 VERONA
Telefono:  335 6352002
347 5442438347 0803290
Email: [email protected]

 

SEGUICI SU