Skip to main content

XIII Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

“Un corpo, per pensarlo, bisogna sentirlo”. 

🎗️Il 15 marzo è la XIII Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata alla sensibilizzazione sui disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (DNA). Come Centro GAPP – FIDA, il nostro sguardo su queste psicopatologie complesse non può che essere quello dell’integrazione. Il nostro intervento, orientato in particolare a preadolescenti e adolescenti, deve prevedere percorsi clinici multidimensionali, grazie al coinvolgimento di differenti figure professionali e ad una pluralità di strumenti. 

Così, alla psicoterapia individuale si possono affiancare la presa in carico medico-nutrizionale, i gruppi di parola, proposte laboratoriali espressivo-creative e di movimento che mettono al centro tanto il corpo quanto la parola, tanto la dimensione individuale quanto quella gruppale. Sono spazi di cura plurali, che dialogano tra loro, rendendo più compatto e integrato l’intervento. Nella clinica emergono alcuni aspetti rilevanti di questa integrazione.

IL GRUPPO E LA MOLTEPLICITÀ DEL SETTING

➡️ attivano maggiormente preadolescenti e adolescenti, che si confrontano con lo sguardo dell’altro e portano in terapia più contenuti rispetto al singolo percorso individuale;

➡️ offrono la possibilità di comunicare il malessere e condividere le proprie fragilità, anche proiettando parti di sé in narrazioni creative, stimolate dalla partecipazione al laboratorio stesso, mediante la socializzazione e il rispecchiamento tra i pari, potenti strumenti per raggiungere il cambiamento.

Nel gruppo ci si può “esprimere creando” e “muovere pensando”, portando a ulteriori movimenti, trasformativi ed evolutivi, del singolo utente.

IL CORPO

Attraverso le attività laboratoriali di movimento:

➡️ si può scoprire che il proprio corpo, che ha fatto esperienza di fatiche, sguardi e giudizi, può trovare una propria comodità, una propria zona di comfort e uno spazio sicuro. Il corpo può essere accolto nelle sue risorse e non solo attaccato o percepito nei suoi limiti e nelle proiezioni mortifere e svalutanti caratteristiche dei DNA, introducendo un dinamismo a più livelli nel lavoro psicologico;

➡️ aumenta la capacità di riconoscere il rapporto tra la sofferenza mentale e il cibo; viceversa, diminuiscono i meccanismi difensivi di scissione fra parti di sé sentite come non comunicanti.

Il corpo visto, nominato e riconosciuto può allora entrare a pieno titolo nelle sedute di terapia, non unicamente come simbolo ma anche come elemento di realtà, verso il quale è possibile avere uno sguardo compassionevole.

L’immagine scelta è un’installazione dell’artista Alessia Rizzo @rizlaleee.

🎯 #coloriamocidililla per combattere lo stigma nei confronti dei DNA, per accogliere disagio e sofferenza, per offrire accesso a percorsi di cura rispettosi dell’interezza e dell’unicità della persona nella molteplicità delle sue manifestazioni.

Evento AGIPPsA “Manifesto Psicoanalitico dell’Adolescenza. Il diritto di crescere”

Il 20 Gennaio 2024 a Torino sarà presentato il Manifesto Psicoanalitico dell’Adolescenza, intitolato “Il diritto di crescere”, redatto dall’Associazione dei Gruppi Italiani di Psicoterapia dell’Adolescenza (AGIPPsA ETS).

Il Manifesto è stato presentato a Roma alle Istituzioni centrali, proprio vista l’urgente necessità di evidenziare chiaramente la diffusione e la gravità del malessere adolescenziale, con la responsabilità impellente di trovare soluzioni.

XII Giornata del Fiocchetto Lilla

In occasione della XII Giornata del Fiocchetto Lilla, il Centro GAPP-FIDA di Alessandria, in rete con gli altri Centri della FIDA, riflette sull’importanza del sostegno ai genitori di adolescenti con disturbi alimentari.

Riproponiamo una parte del cortometraggio “Anoressia: dal sintomo alla malattia” per condividere quanto sia fondamentale accogliere i genitori nel percorso terapeutico del figlio/a che manifesta un disturbo alimentare, con l’obiettivo di co-costruire una tela di significati attorno alla storia del sintomo. La sofferenza del figlio/a sconvolge la famiglia, attacca il corpo, minacciandone la sopravvivenza, grida aiuto, ma al contempo restituisce una sensazione di impotenza. Per questo il sostegno ai genitori è necessario.

Ecco il link al cortometraggio completo: https://youtu.be/RoX8IZ2RRTk

XI Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

15 Marzo 2022

In occasione dell’XI Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla dedicata ai Disturbi dell’Alimentazione, proponiamo una riflessione sulle richieste d’aiuto pervenute al nostro Centro nell’ultimo triennio 2019-2021.

Dal nostro piccolo Osservatorio possiamo confermare l’incremento consistente delle richieste di presa in carico per chi soffre di Disturbi Alimentari. Un incremento in linea con quanto già rilevato dai Servizi Pubblici e dalle Neuropsichiatrie Infantili del territorio nazionale. 

Come équipe ci interroghiamo dunque sulle storie soggettive che stanno dietro a questi numeri e ci chiediamo: la sola pandemia può spiegare un incremento così importante del malessere psichico che si esprime attraverso i disturbi alimentari? Come possiamo utilizzare i numeri che rimandano al bisogno di cura e di risposte imminenti? 

Prima di tutto andando oltre i numeri per rintracciare l’unicità di ciascun soggetto e della propria storia. Non progetti o percorsi standardizzati, ma risposte mirate che possano accogliere la singolarità di ogni  situazione.

E poi sarebbe fondamentale provare ad utilizzare le risorse già esistenti attraverso una reale e concreta integrazione e sinergia tra i Servizi Pubblici territoriali e gli Enti del Terzo Settore, affinché si creino delle buone prassi di cura, ampliando i dispositivi terapeutici necessariamente dinamici, in modo da accogliere anche le più recenti forme di malessere. 

Solo con il lavoro sinergico di una rete di servizi si può provare ad intercettare la domanda d’aiuto, che si esprime attraverso i sintomi alimentari. Sarà proprio seguendo il filo d’Arianna dei segni e dei messaggi del corpo che potremo incontrare la più preziosa delle significazioni psicologiche. 

Ufficio Stampa – Centro GAPP

Dillo al Prof – RadioGold

L’intervento del Dottor Labate Massimo

Lunedì 31 gennaio – ore 18:00 – su RadioGold e RadioGold TV, c’è stato il debutto della nuova trasmissione “Dillo al Prof” condotta da Sandro Marenco.
La prima puntata è stata dedicata al tema dei disturbi alimentari nei giovani e per trattare un argomento così attuale ma, al contempo, delicato e intricato il professore più social d’Italia è stato affiancato dalla psicologa e psicoterapeuta Maura Manca, dalla giornalista Benedetta Sangirardi e dal nostro Medico chirurgo specialista in Scienza dell’Alimentazione, il dottor Massimo Labate.

Il dottor Labate, da anni specializzato nel trattamento delle diverse forme di disturbi alimentari, tra cui anoressia, bulimia e obesità, ha dato il suo contributo e ha condiviso la sua esperienza per rispondere alle domande di questa prima puntata di Dillo al Prof.

Ecco il link per rivedere la trasmissione:
https://radiogold.it/video/attualita/dillo-prof-sandro-marenco-puntata-31-gennaio-disturbi-alimentari-radiogold-302451/?fbclid=IwAR0L1Q_XBakAPQr1501qpwXJ69bRr2gJY89y766DRhhsB8tZ6UJII-dNwsc

Buone Feste!

L’équipe del Centro GAPP vi augura Buone Feste, sperando che possano essere un’occasione per riposarsi e dedicare del tempo a se stessi!

Ci rivediamo nel 2022 con nuovi incontri, diverse opportunità di scambio e crescita, sfide da superare e idee da progettare e realizzare insieme!

Vi ricordiamo che potete sempre contattarci tramite la nostra mail:
[email protected]

Il Centro riaprirà lunedì 10 Gennaio 2022!

Stretti intorno al SociAle – Il Progetto CuidArte

Banchetti Natalizi – Reti territoriali e co-programmazione per i bisogni del territorio

Venerdì 17 dicembre a partire dalle ore 17.30, presso la sede dell”Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, si svolgerà un dialogo culturale tra il relatore Felice Scalvini e i diversi attori istituzionali invitati ad esprimersi sulla situazione sociale, culturale, economica e politica del quadrante Alessandra/Asti.

Per l’occasione, la sede sarà allestita con diversi banchetti natalizi, affidati agli  ETS alessandrini e astigiani, partner progettuali di Fondazione SociAL, che esporranno i propri prodotti e presenteranno le tante iniziative socio/culturali del territorio. Tra i banchetti saremo presenti anche noi, in qualità di partner, per presentare il progetto “CuidArte – Spazio quotidiano di cura, condivisione e creAzione per adolescenti e famiglie”.

COME STIAMO NEL NOSTRO CORPO

Un incontro per e con i giovani del progetto In/Dipendenti

All’interno del progetto In/Dipendenti, promosso dal Comune di Alessandria in collaborazione con Associazione Cultura e Sviluppo, l’Aula studio Autogestita Porto Idee ha organizzato un incontro dedicato al corpo.

Mercoledì 10 Novembre 2021, le psicologhe di GAPP Romina Cardaci ed Elena Mietto hanno incontrato un gruppo di giovani alessandrini per dare spazio a un momento di confronto e riflessione su come oggi i giovani vivono il loro corpo. Grazie a brainstorming e attività espressivo – creative è stato possibile esplorare insieme pensieri ed emozioni legate al proprio corpo e a come questo viene vissuto nelle relazioni e sui social.

Dialogo sui DCA al FocusDay

I disturbi alimentari: perché l’anoressia colpisce sempre più i giovani?

Martedì 9 Novembre la Dottoressa Ippolito Marialaura, referente del centro GAPP-FIDA di Alessandria, è intervenuta al FocusDay del Centro FisioAnalysis Mædica per parlare dell’intreccio tra disturbi alimentari e pandemia negli adolescenti. Nel corso dell’incontro si è parlato dell’emergere di nuove fragilità emotive e relazionali, riscontrabili nell’infanzia e nell’adolescenza, e della genitorialità, messa a dura prova dalla crisi economica e dall’attuale contesto socio-culturale.