Spazio D’Ascolto Psicologico

L’Associazione GAPP-FIDA offre un primo colloquio che può rappresentare un’opportunità per chiedere informazioni, ricevere ascolto non giudicante e sostegno per orientarsi nella scelta di un percorso di cura.

Lo Spazio d’Ascolto si rivolge ad adolescenti, adulti e genitori in difficoltà, è gratuito e disponibile previo appuntamento.

Puoi contattarci al numero 0131 325369 o all’indirizzo mail [email protected]

A MODO MIO

A MODO MIO è un laboratorio scolastico rivolto a ragazzi/e delle scuole secondarie che offre uno spazio dedicato al sostegno e all’orientamento nel mondo-scuola fatto di compiti, metodo di studio e relazioni tra pari e insegnanti.

Ritenendo importante per i più giovani trovare opportunità di confrontarsi tra coetanei nel ‘fare i compiti’ e in altre attività didattiche, così come vivere l’apprendimento come un momento costruttivo e non solo un obbligo a cui attenersi, GAPP ha pensato al laboratorio “A MODO MIO”: uno spazio dove fare esperienza di un laboratorio di supporto scolastico gestito in gruppo da psicologhe specializzate in difficoltà dell’apprendimento.

Il progetto intende migliorare il metodo di studio, favorire l’acquisizione di un’autonomia nella gestione del lavoro scolastico, colmare alcune lacune nelle abilità di base e accrescere la motivazione allo studio. L’idea di lavorare in gruppo risulta efficace per favorire una socializzazione tra i partecipanti dal quale nasce una maggiore motivazione allo studio e allo svolgimento dei compiti in virtù dell’ambiente e della compagnia stimolante.

 Il Laboratorio “A MODO MIO” si svolge ad Alessandria presso il Centro Gapp, in piazza Garibaldi 21. 

PASTO CONDIVISO

Il Pasto Condiviso è un laboratorio esperienziale, svolto in forma individuale o in piccolo gruppo, rivolto ad adolescenti che vivono un difficile rapporto con il cibo e con il proprio corpo.

La condivisione del pasto in uno spazio quotidiano come quello della Ristorazione Sociale di Alessandria, immerso nel verde, può consentire di creare uno spazio volto a con-dividere un momento che in alcuni casi può essere molto difficoltoso e carico di ansia.

L’attenzione non si rivolge esclusivamente al “cosa” o al “quanto” si mangi ma al “come” ci si senta in questo particolare momento, alla circolarità delle emozioni, alla socializzazione attraverso la dimensione del piccolo gruppo.