Costruire una clinica dell’eccesso

Ciclo di incontri per psicologi psicoterapeuti “Costruire una clinica dell’eccesso”novembre 2019 – luglio 2020 presso la sede di Kliné.La formula ‘clinica dell’eccesso’ esprime un tentativo di ripensamento delle forme contemporanee della psicopatologia che si sforza di attraversare il già noto paradigma delle ‘nuove forme del sintomo’ – avviato da Freda e Lecoeur alla fine degli anni ’80 per definire il quadro clinico delle tossicomanie, e poi esteso negli anni ’90 ai disturbi alimentari ed alle altre forme di dipendenza patologica -, per arrivare ad una nuova definizione fondata più precisamente sulla dimensione di godimento messa in campo da queste nuove forme della sofferenza psichica.

Seminario di Kliné, 2019-2020

“COSTRUIRE UNA CLINICA DELL’ECCESSO”

La psicopatologia contemporanea si presenta nella forma di una clinica dell’eccesso. È questa una tesi che vorremmo provare a mettere alla prova all’interno di un Seminario di ricerca psicoanalitica specificamente dedicato a questo compito. La formula ‘clinica dell’eccesso’ esprime un tentativo di ripensamento delle forme contemporanee della psicopatologia che si sforza di attraversare il già noto paradigma delle ‘nuove forme del sintomo’ – avviato da Freda e Lecoeur alla fine degli anni ’80 per definire il quadro clinico delle tossicomanie e poi esteso, negli anni ’90, ai disturbi alimentari ed alle altre forme di dipendenza patologica -, per arrivare ad una nuova definizione fondata più precisamente sulla dimensione di godimento messa in campo da queste nuove forme della sofferenza psichica. Si tratterà, in questo Seminario, di mettere in evidenza la forza ed i limiti del paradigma delle nuove del sintomo, e di individuare gli assi critici attorno ai quali costruire un nuovo inquadramento.

Ci si interrogherà sullo statuto dell’oggetto in questo ambito della clinica e sulle sue differenze dalla forma nevrotica dell’oggetto pulsionale ma, anche, sulle modalità di soluzione che ne rendono problematica la riduzione immediata al campo delle psicosi; si questionerà lo statuto del legame vigente in essa, e la sua struttura ‘alternativa’ alle forme di legame discorsivo; si cercherà di entrare nella specificità dei rituali sintomatici, che colpiscono per il loro grado di fissazione libidica e, al contempo, per la loro degradazione simbolica. Si entrerà nel merito delle forme psicopatologiche di questa clinica, con particolare attenzione ai disturbi alimentari nelle loro varie forme.

Calendario degli incontri e prima formulazione delle tematiche all’orizzonte, che potranno essere riformulate alla luce del lavoro svolto con tutti i partecipanti e in relazione a quanto potrà prodursi nel lavoro collettivo:

  • –  14 ottobre 2019 L’oggetto nella clinica dell’eccesso
  • –  18 novembre 2019 Le dimensioni dell’oggetto nell’esperienza clinica
  • –  13 gennaio 2020 Il Super-Io come oggetto
  • –  9 marzo 2020 Il significante corpo
  • –  11 maggio 2020 L’oggetto – immagine