“Da vicino nessuno è normale”

Il progetto “Da vicino nessuno è normale” è uno spazio di incontro e condivisione che propone percorsi e attività, svolti in piccoli gruppi con la presenza di un operatore del Centro, organizzati a partire dalle singole esigenze.

Il servizio è attivo 2 volte a settimana, il martedì e il giovedì ad Ancona in Piazza Diaz n.2.  La partecipazione è libera, non vincolata all’attività.

CASHETA. Progetto di housing psico-sociale.

“Casheta”
Una possibilità per ripartire!

“Casheta” Progetto di housing psicosociale rivolto a giovani adulti, è un servizio residenziale a disposizione di chi senta il bisogno di uscire dal nucleo familiare e riorganizzare la propria esistenza dandosi la possibilità per ripartire!
Il progetto mette a disposizione dell’utenza un’abitazione ad Ancona, aperta a 4 persone sia maschi che femmine, con operatori presenti settimanalmente e un tutor per il coordinamento delle attività dell’équipe.

Il target individuato per questo servizio sono giovani adulti che, pur non rientrando in una sintomatologia specifica, abbiano bisogno di riprendere in mano la loro vita e orientarsi verso scelte relazionali, di studio e lavorative e di un posto in cui essere liberi di ripensarsi, mettere mano alle proprie potenzialità e riorganizzare la propria esistenza.
L’accesso può essere diretto o tramite servizi sociali, servizi sanitari, medici di base, psichiatri, consultori, ecc.

Dopo un primo colloquio volto a valutare la possibilità d’inserimento nella casa, verranno stabiliti tempi e modalità di permanenza concordati caso per caso.
Il servizio, che ha ottenuto il partenariato del Comune di Ancona, viene avviato grazie al contributo della Fondazione Cariverona e dell’azienda Bontà delle Marche.
Il progetto prevede inoltre la realizzazione di attvità con la partecipazione dell’Associazione Yukers e di altri partner e istituzioni del territorio.
Il progetto è rivolto ai soci Heta e prevede un contributo da concordare a partire dal tempo di permanenza nella struttura.

“Casheta” Progetto di housing psicosociale rivolto a giovani adulti, è un servizio residenziale a disposizione di chi senta il bisogno di uscire dal nucleo familiare e riorganizzare la propria esistenza dandosi la possibilità per ripartire!
Il progetto mette a disposizione dell’utenza un’abitazione ad Ancona, aperta a 4 persone sia maschi che femmine, con operatori presenti settimanalmente e un tutor per il coordinamento delle attvità dell’équipe.

Il target individuato per questo servizio sono giovani adulti che, pur non rientrando in una sintomatologia specifica, abbiano bisogno di riprendere in mano la loro vita e orientarsi verso scelte relazionali, di studio e lavorative e di un posto in cui essere liberi di ripensarsi, mettere mano alle proprie potenzialità e riorganizzare la propria esistenza.
L’accesso può essere diretto o tramite servizi sociali, servizi sanitari, medici di base, psichiatri, consultori, ecc.

Dopo un primo colloquio volto a valutare la possibilità d’inserimento nella casa, verranno stabiliti tempi e modalità di permanenza concordati caso per caso.
Il servizio, che ha ottenuto il partenariato del Comune di Ancona, viene avviato grazie al contributo della Fondazione Cariverona e dell’azienda Bontà delle Marche.
Il progetto prevede inoltre la realizzazione di attvità con la partecipazione dell’Associazione Yukers e di altri partner e istituzioni del territorio.
Il progetto è rivolto ai soci Heta e prevede un contributo da concordare a partire dal tempo di permanenza nella struttura.

“Casheta” è un servizio residenziale rivolto a giovani adulti che hanno bisogno di riorganizzare la propria esistenza dandosi la possibilità per ripartire!

Conferenza Stampa di presentazione attività HETA

Conferenza Stampa di presentazione della Carta dei servizi Heta e delle attività del Centro HETA Venerdì 21 febbraio alle ore 12.00 ad Ancona presso la sede di Piazza Diaz n. 2.

Con l’occasione si parlerà dell’avvio del Progetto Casheta – housing psico sociale per giovani adulti. Una possibilità per ripartire! e del Servizio Diurno Da vicino nessuno è normale, effettuati con il partenariato e in collaborazione con la Fondazione Cariverona, il Comune di Ancona ed altre istituzioni.

AL DI LÀ DEL CIBO E DELL’IMMAGINE: I GIOVANI. Il progetto.

AL DI LÀ DEL CIBO E DELL’IMMAGINE: I GIOVANI

“La gente dovrebbe capire che non c’entra l’esteriorità. Pensano che io sono anoressica solo se sono magra. Quindi non ha senso aver ripreso peso, non ha senso aver fatto tutta questa fatica, sono al punto di prima: io non so chi sono” (Caterina)

“A me il cibo mi ha salvata. Era un discorso profondo dove io scoprivo le carte. Non è vero che mi ha fatto male, il cibo mi ha salvato. Mi dà benessere, mi dà tranquillità, mi va via l’ansia” (Giulia)

“Io non volevo dimagrire, io volevo sparire” (Silvia)

I disturbi alimentari non sono patologie dell’immagine o dell’appetito.

Non esistono due sofferenze uguali.

Ogni persona ha una storia a sé che va accolta e ascoltata.

AL DI LÀ DEL CIBO E DELL’IMMAGINE: I GIOVANI

Progetto di prevenzione e sensibilizzazione sui Disturbi del Comportamento Alimentare

Rotaract Senigallia

Centro Heta – Marche Umbria Romagna

Con il Patrocinio del Comune di Senigallia

e il sostegno di Deutsche Bank

Partirà a Gennaio, a Senigallia, “AL DI LÀ DEL CIBO E DELL’IMMAGINE: I GIOVANI”, una nuova iniziativa di prevenzione e sensibilizzazione sui Disturbi del Comportamento Alimentare promossa dal Rotaract di Senigallia in collaborazione con il Centro Heta, realtà attiva da anni nel trattamento del disagio psichico e dei disturbi alimentari, con sede ad Ancona ma presente anche a Senigallia, nonché in Umbria e in Romagna.

Solo in Italia, circa tre milioni sono le persone sofferenti di una problematica riguardante il cibo, e a questo numero va aggiunto l’indotto drammatico delle famiglie e della cerchia gravitante attorno ai soggetti colpiti.

Più di ogni altro sintomo, quello alimentare trova un humus fertile in una visione radicata della tematica del corpo e dell’immagine, sempre più generalizzante e uniformante. Da qui la necessità di riportare l’attenzione sulla specificità dell’esperienza dei soggetti e in particolare dei giovani.

Da Gennaio, dei totem realizzati da Rotaract in collaborazione con Centro Heta, con il Patrocinio del Comune di Senigallia e il sostegno di Deutsche Bank, verranno installati nelle scuole secondarie superiori della città. Riporteranno tre frasi di persone che hanno frequentato il Centro Heta di Ancona, rivelatorie dei profondi significati individuali che sempre si celano dietro il “fenomeno” alimentare.

Interviste andate in onda su rai 3

Buongiorno regione ore 7,30 del 14/02/2020Dal minuto 24,28 al minuto 26,26https://www.rainews.it/tgr/marche/notiziari/index.html?/tgr/video/2020/02/ContentItem-939302d7-c70a-4a6d-8c5c-ca0e7f687539.htmlTg. 19,30 del 13/02/2020Dal minuto 0,38 al min 040 e intervista dal minuto 13,50 al minuto15,30

https://www.rainews.it/tgr/marche/notiziari/index.html?/tgr/video/2020/02/ContentItem-0451a2b3-cd56-4262-88c8-6f8e432876f1.htmlEdizione notte dal miuto 3 – Le ultime edizioni dalla TGR Marche […]http://www.rainews.it/tgr/marche?wt_mc=2.www.mail.tgrmarche_ContentItem-deb8507b-193e-48ed-888c-98b08e130c36.&wt

DOMICI – ASSISTENZA DOMICILIARE

DOMICI è un servizio di assistenza domiciliare per le persone che necessitano di un sostegno direttamente a casa.

Il servizio è aperto a tutte le fasce d’età (bambini, adolescenti, adulti, anziani) ed è rivolto a chi, per condizione personale o esigenze specifiche, ha bisogno di ausilio nello svolgimento di attività quotidiane, supporto allo studio, aiuto in situazioni di patologie particolari, o di sostegno alla persona con difficoltà relazionali quali condizioni di solitudine o situazione di disagio sociale.

Con questo servizio vogliamo offrire una possibilità nuova alle persone in difficoltà e alle loro famiglie di superare momenti di disagio, affrontare situazioni complesse spesso vissute in isolamento e favorire la promozione della salute delle persone.

Per i minori, le attività del progetto possono interessare sia la sfera sociale e familiare che la sfera scolastica o personale. Per gli adulti l’attenzione è rivolta ad eventuali momenti di difficoltà, situazioni di emarginazione sociale o  problematiche psico fisiche dovute a condizioni di cronicità fisica o psichica. Per gli anziani le attività sono dirette alla prevenzione delle condizioni di solitudine, al sostegno cognitivo in caso di principi di patologie neurodegenerative, al sostegno psicologico nella quotidianità.

Il servizio può affiancarsi e collaborare con le realtà già presenti nel territorio (servizi sociali, consultorio, scuole, csm, asl, ecc.) al fine di offrire un sostegno maggiore che meglio si adatti alle esigenze della persona. Il progetto domiciliare è un percorso personalizzato che si struttura partendo da esigenze, necessità e interessi della persona. 

Gli operatori sono psicologi e volontari dell’équipe Heta, specializzati e formati all’ascolto della persona e del disagio psichico e sociale. L’équipe si riunisce settimanalmente per la supervisione e la discussione dei casi.

L’assistenza domiciliare viene concordata con la persona o la famiglia dopo un primo colloquio conoscitivo e calibrata sulle esigenze e le necessità individuali. Il costo viene stabilito di conseguenza.

Per InformazionI scrivere a [email protected] o chiamare il numero 380.2118180.