Contatta il nostro Centro: 380.2118180




Mobilitazione contro i DCA – 15 Marzo 2013

Ricorre venerdì 15 marzo la seconda Giornata nazionale del fiocchetto lilla dedicata alla lotta ai disturbi del comportamento alimentare (Dca). Anoressia e bulimia, le patologie più gravi di una casistica assai articolata, colpiscono un numero sempre crescente di giovanissimi (in maggioranza ragazze in età adolescenziale e perfino infantile, ma è in aumento anche la presenza maschile). Solo nelle Marche, le stime (sicuramente per difetto) parlano di circa 1.100 casi e di una incidenza di oltre duecento nuovi casi all’anno. Una vera e propria emergenza sociale, che flagella la fascia di popolazione, i giovani appunto, sulla quale le istituzioni pubbliche dovrebbero investire per il futuro. Invece, da questo punto di vista, le risposte appaiono assai carenti.

Ecco dunque l’importanza di una mobilitazione dal basso, che trova un punto di forza nell’iniziativa del 15 marzo (alla cui origine sta la tragedia di una famiglia colpita dalla perdita di una figlia, vittima della bulimia) e nella petizione per l’istituzione ufficiale, da parte del Parlamento, della Giornata nazionale sui Dca. A questo proposito, va sottolineata l’adesione formale dell’Assemblea regionale marchigiana, che, nella seduta del 12 marzo scorso, ha approvato la mozione n.458 della vicepresidente Paola Giorgi.

“Nella nostra regione – si legge nel testo della mozione – agiscono alcune strutture, ospedaliere e territoriali, che non riescono a dare risposte alla crescente domanda di assistenza e i dati di mobilità passiva riferiti ai Dca sono elevatissimi”.

L’atto approvato nei giorni scorsi impegna, da un lato, il presidente del Consiglio regionale “ad attivare le semplici procedure di adesione alla petizione per l’istituzione della Giornata nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare”; dall’altro, il presidente e la Giunta regionale “ad attivare azioni concrete al fine di offrire una risposta socio-sanitaria adeguata alla crescente incidenza dei Dca sulla popolazione marchigiana, in maniera specifica nell’età evolutiva”.

Proprio sulla Giunta regionale ricade la responsabilità di alcuni recenti tagli di spesa, che hanno colpito l’organizzazione dei servizi pubblici dedicati alla cura dei Dca, attivi negli ospedali di Torrette e Salesi. Da ultimo si è aggiunta – come riferito dalla stampa locale – la sospensione dei ricoveri nel reparto specializzato della clinica privata convenzionata con la Regione, Villa Igea. Il servizio, secondo quanto affermato dall’amministratore delegato della clinica, dovrebbe essere prossimamente trasferito in altra struttura, sempre in ambito marchigiano. Con quali ripercussioni sull’organizzazione del servizio non è dato sapere. Di certo, le conseguenze sui pazienti in cura e in lista di attesa si fanno già sentire.

Per modificare il quadro generale, niente affatto incoraggiante, occorre una mobilitazione e una sensibilizzazione sempre più capillare dell’opinione pubblica. La Giornata del 15 marzo è un’occasione importante. Materiale informativo sarà distribuito nelle farmacie della provincia di Ancona, grazie all’impegno di Federfarma Ancona e del Centro Heta (aderente alla Fida – Federazione Italiana Disturbi Alimentari – delle Marche), nella cui sede di piazza Diaz 2, ad Ancona, si svolgerà, sempre venerdì 15 marzo, alle 17.30, un incontro pubblico sul tema: “Un’ossessione che pesa: dal disagio al disturbo alimentare”. Al termine, dalle 18.30, ci sarà la possibilità, per chi lo vorrà, di incontrare individualmente gli esperti del Centro (psicologi, psichiatri, psicoanalisti, nutrizionisti). Questo incontro sarà il primo di una serie di tre, che si terranno sempre nella sede di Heta: il 15 aprile si parlerà dei Dca nell’infanzia e nell’adolescenza; il 15 maggio dell’obesità, nei bambini e negli adulti. Queste iniziative rappresentano solo una parte dell’impegno, profuso quotidianamente dal Centro Heta di Ancona, per dare risposte ai pazienti e ai loro familiari, in collaborazione con le strutture pubbliche ospedaliere e territoriali.

Chi volesse firmare la petizione per il riconoscimento pubblico della Giornata nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare può farlo sul sito http://www.petizionepubblica.it/?pi=DCA.

Per maggiori informazioni sulle attività del Centro Heta, info su www.centroheta.it o telefonando a 071 31868 – 380 2118180.

Paolo M.

Piazza Armando Diaz, 2 - 60123 - Ancona - [t] 071.31868 - ancona@fidadisturbialimentari.it - Mappa del Sito | Note legali e privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close