Contatta il nostro Centro: 380.2118180




“Tutto il pane del mondo” di F. De Clercq

CONSIGLIATO

PAROLE CHIAVE: Amore, Analisi, Cibo

 

Famosissimo primo lavoro della De Clercq da cui è nata ormai 20 anni fa  l’ABA (Associazione Bulimia Anoressia) operante in tutta Italia.

A parte il merito di aver rotto il silenzio sulla tragica quotidianità di chi soffre di anoressia-bulimia in un periodo in cui se ne parlava poco ( poiché considerato un tipo di dolore di cui vergognarsi e da nascondere), Fabiola ha mostrato chiaramente come dietro a rituali drammatici sul cibo ci sia ben altro.

Dinamiche familiari che non hanno funzionato, confusione di ruoli che hanno portato la piccola De Clercq a rimanere fissata in determinati meccanismi con l’altro che poi è stata costretta a riproporre sistematicamente sia nelle sue successive relazioni, sia nel suo rapporto di godimento “autistico” con il cibo, dapprima introdotto e poi rigettato.

“E’ soprattutto per arginare la depressione e la paura che mangio e vomito da 17 anni” scrive l’autrice facendo ben intuire la complessità e la profondità di una esistenza tenuta su da un sintomo alimentare che, ironia della sorte, tutto fa tranne che farla vivere. E con l’anoressia- bulimia la morte è non è solo una parola.

“Questo libro mi è costato molto perché è nato da una lunga elaborazione fatta attraverso l’analisi”. Se prima dell’analisi infatti racconti la tua storia con le parole dell’altro, a fine analisi produci un discorso intorno al tuo vissuto che ti appartiene: allora l’impasse si vede da un’altra angolazione,  il passato  elaborato diventa storia, e il desiderio trova finalmente una sua dimensione più sostenibile.

Per concludere trovo molto significativa, più di qualsiasi descrizione dettagliata  delle possibili cause dell’anoressia-bulimia (che poi, oltre ad essere multifattoriali creano un particolare e unico intreccio su ogni persona) le parole che, nel poscritto di della nuova edizione del libro, ad un certo punto la figlioletta Marzia rivolge alla madre ” Mamma, se tu non mi guardi io non esisto”.

Per questo mi sento di dire ad ogni genitore di tenere sempre a mente che, al di là dei buchi, blocchi, difficoltà che loro possono avere, davvero la vita inizia da uno sguardo dell’altro.

 

Giulia T.

 

Piazza Armando Diaz, 2 - 60123 - Ancona - [t] 071.31868 - ancona@fidadisturbialimentari.it - Mappa del Sito | Note legali e privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close