Ascolto Online: la domanda di Giovanna

 

Buongiorno, Vi chiedo come posso risolvere il mio problema di assunzione di cibo incontrollato in maniera convulsa sopratutto nelle ore serali e spesso anche dopo aver già cenato regolarmente. Trovo sfogo nel cibo a causa di due gravi lutti che mi hanno colpita e da cui non riesco a riprendermi, il cibo è usato come valvola di compensazione a questa tristezza che accuso dentro, continuo ad accumulare peso e dai 56 Kg che pesavo sono arrivata a 72 non riesco neppure più a guardarmi in uno specchio senza sentirmi in colpa. vorrei poter reagire a tutto questo ma nonostante mille buoni propositi cado continuamente in questo errore che oltre tutto mi fà stare male anche a livello fisico.
Grazie anticipatamente di una vostra risposta
Cordiali saluti – Giovanna

 


Dott.ssa Cinzia Paolucci
 per il Centro HETA

Gentilissima Giovanna,
la perdita dei nostri cari comporta un duro lavoro di elaborazione del lutto. Faticoso e doloroso. A volte, il ricorrere al cibo è una compensazione, logicamente connessa ai nostri vissuti emotivi.
Posso domandarLe, sperando di non essere indiscrete, da quanto tempo ha perso queste persone.
Sarebbe importante, inoltre, sapere se prima di queste tristi situazioni ha mai avuto problemi o difficoltà nel rapporto con il cibo. Hai mai pensato ad un sostegno psicologico?