“Un po’ di tempo per me” di M. Piazza

 

CONSIGLIATO a tutti

PAROLE CHIAVE: tempo libero, donna, lavoro

 

Finalmente un libro che non è destinato solo agli addetti ai lavori, ma comunque in grado di offrire un panorama articolato su un tema interessante: il tempo.

Non il tempo cronologico, bensì quello che dedichiamo a noi stesse nell’arco delle nostre giornate, che lungi dall’essere banale, riveste un ruolo di tutto rispetto nella costruzione dell’identità di ciascuna.

Sto parlando al femminile perché il libro è rivolto da una donna alle donne, pur avvalendosi di riferimenti a filosofi uomini, come Jean Starobinski, o scrittori come Italo Calvino. Sembra che il problema della gestione del tempo, in questo dato momento storico, riguardi soprattutto noi, sempre tese a dare il meglio a casa, sul lavoro, nel volontariato, in parrocchia (per chi ci va!), e chi più ne ha più ne metta.

Ma per far sì che tutto questo non sia solo una corsa fine a se stessa, che ci lasci solo stremate a fine giornata, senza avere l’impressione di aver concluso nulla di buono, occorre trovare un “tempo dell’essere”, che è quello che restituisce un senso al nostro andare. Di questo tempo e di tanto altro, parla il libro, e credo che dicendo di più toglierei il gusto e la sorpresa di leggerlo.

 

Paola