Contatta il nostro Centro: 380.2118180




“Finito e infinito” di A. Badiou

CONSIGLIATO

PAROLE CHIAVE: Matematica, Morte, Domande.

 

Il simbolo dell’infinito, ho deciso, sarà quello del mio primo e unico tatuaggio, qualora superassi la paura degli aghi. Semplicemente perché, come scrive Badiou in questo curioso libricino, “siamo capaci di infinito nel pensiero e nella creazione” e questo fa sì che l’uomo non sia condannato alla sua vita mortale.

 

Intorno al concetto di infinito ruotano da sempre l’arte e la matematica o in genere, le parole, le curiosità, le domande dell’essere umano.

Ovviamente, come qualunque termine che rimanda al suo opposto, l’infinito richiama subito alla mente l’idea di finitudine, e ciò crea, inevitabilmente, una sensazione di paura e terrore.

Questo perché il binomio infinito/finito ha sempre a che fare con la morte e l’angoscia.

 

Giulia T.

 

 

Piazza Armando Diaz, 2 - 60123 - Ancona - [t] 071.31868 - ancona@fidadisturbialimentari.it - Mappa del Sito | Note legali e privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close