“Fame d’amore” di F. De Clerq

CONSIGLIATO a chi è coinvolto in disturbi alimentari e ai familiari

PAROLE CHIAVE: anoressia, bulimia, corpo

 

Questo è un libro che chiunque sia direttamente coinvolto in un disturbo dell’alimentazione dovrebbe aver letto almeno una volta. Intanto perché è scritto da una donna che ha vissuto tanti anni nella malattia, e quando è guarita, ne ha fatto il suo “mestiere”, ovvero quello di aiutare chi soffre di anoressia o bulimia ad uscirne. Poi perché spiega in maniera molto cruda, ma vera, quali siano i problemi di chi è coinvolto in questa lotta quotidiana, attraverso esempi concreti di donne, non tralasciando quali siano i meccanismi che sottendono all’instaurarsi e al mantenersi di un sintomo.

E’ un testo che non banalizza, al contrario rende e restituisce tutta la sua importanza a un disagio che viene spesso liquidato dai mass media in maniera semplicistica, proprio per la difficoltà di curare un male che viene dall’anima, che nasce da un dolore, che la chimica da sola non può sanare.

 

Paola