Liberi Libri

“Finito e infinito” di A. Badiou

CONSIGLIATO PAROLE CHIAVE: Matematica, Morte, Domande.   Il simbolo dell’infinito, ho deciso, sarà quello del mio primo e unico tatuaggio, qualora superassi la paura degli aghi. Semplicemente perché, come scrive Badiou in questo curioso libricino, “siamo capaci di infinito nel pensiero e nella creazione” e questo fa

Continua a leggere

“Ferite a morte” di S. Dandini

CONSIGLIATO PAROLE CHIAVE: violenza, rispetto, identità   QUANDO SI DICE ” E’ ORA DI DARCI UN TAGLIO” Questa riflessione nasce non solo dalle cronache quotidiane di violenza sulle donne che affollano i nostri telegiornali, ma dalla prospettiva interessante con cui Serena Dandini, nel suo nuovo libro “Ferite

Continua a leggere

“Felicità’” di W. Schmidt

CONSIGLIATO a tutti PAROLE CHIAVE: ricerca, felicità, attualità   In questo piccolo ma intenso libricino, il filosofo tedesco Wilhelm Schmidt, ci offre uno spaccato molto esaustivo dei vari concetti di felicità, così come li intende la disciplina filosofica: la felicità come fortuna, come benessere, come completezza. Partendo

Continua a leggere

“Fame d’amore” di F. De Clerq

CONSIGLIATO a chi è coinvolto in disturbi alimentari e ai familiari PAROLE CHIAVE: anoressia, bulimia, corpo   Questo è un libro che chiunque sia direttamente coinvolto in un disturbo dell’alimentazione dovrebbe aver letto almeno una volta. Intanto perché è scritto da una donna che ha vissuto tanti

Continua a leggere

“Corpi” di S. Orbach

CONSIGLIATO: giovani pazienti PAROLE CHIAVE: corpo, ossessione, sostenibilità   Oggi avere un corpo in cui ci si riconosce  e con appetiti fidati è sempre più raro. E’ ciò che afferma Susie Orbach in queste pagine, cosi come il fatto che il corpo sia diventato un oggetto da

Continua a leggere

“Con un buco nel cuore” di S. Perugini

CONSIGLIATO PAROLE CHIAVE: Cuore, Fiducia,  Malattia   Sono stata incuriosita, lo ammetto, dall’immagine di copertina, un cuore incerottato. Inoltre il titolo era tremendamente simile alle parole che mi escono spesso in seduta per descrivere come mi sento: “con uno squarcio nel cuore”. Lo compro, lo leggo e

Continua a leggere