Contatta il nostro Centro: 089.755051




Trattamento medico

Il comportamento alimentare dell’essere umano è oggetto di studio per almeno tre ambiti disciplinari: fisiologia, psicologia e sociologia che indagano sui fattori biologici, psichici e ambientali che determinano quantità, qualità e stile delle scelte di cibo e dell’atto del nutrirsi.

In alcuni individui il comportamento alimentare appare abnorme in sé e costituisce il sintomo centrale, più clamoroso, di una condizione che deve essere  giudicata patologica per la sofferenza e l’invalidità che produce.

I “Disturbi del comportamento Alimentare” (Eating Disorders) sono inseriti nel DSM Diagnostic and Statistical Manual od Mental Disorders, nei suoi progressivi aggiornamenti.

Tuttavia, fra le malattie che coinvolgono aspetti mente-corpo sono forse quelle che presentano punti  di maggiore intersezione con altri settori della medicina e che più richiedono, soprattutto in alcune fasi, interventi coordinati di specialisti diversi. L’èquipe plurispecialisica rappresenta un gruppo che è qualcosa in più delle singole competenze, in quanto consente maggiore possibilità di ricomporre aspetti scissionali mente-corpo, elemento pressoché costante  in queste forme di patologia.

La presenza di una competenza nutrizionale nell’ambito di una èquipe multidisciplinare risponde a varie esigenze.

La prima è quella di uno sguardo attento e vigile sulla possibilità di uno scivolamento  verso situazione di criticità tanto più pericolose quanto progressive e, paradossalmente proprio per questo, quasi impercettibili. Sono quei casi in cui il sintomo si esprime ad un livello di gravità tale da mettere a rischio la stabilità dei parametri vitali e  richiedere un’attivazione tempestiva di un programma nutrizionale, possibilmente condiviso.

Nei casi di maggiore stabilità del sintomo, il medico nutrizionista può rappresentare quella sponda necessaria per tentare di annodare strategicamente spinte pulsionali  sempre fonte di grande sofferenza soggettiva. Un medico  formato alla dimensione di complessità del sintomo alimentare sa che la questione in gioco non è un modello correttivo (calorico o comportamentale) ma un saperci-fare, frutto di esperienza e di rispetto della dimensione di soluzione soggettiva del sintomo.

Via Santa Margherita, 36 - 84129 - Salerno - [t] 089-755051 - salerno@fidadisturbialimentari.it - Mappa del Sito | Note legali e privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close