Prevenzione e Ricerca

La prevenzione riguarda la promozione della salute e lo sviluppo delle risorse dell’individuo, fattori che di per sé, soprattutto nell’infanzia e nell’adolescenza, limitano i rischi di evoluzioni sintomatiche.

La prevenzione nel campo dei disturbi del comportamento alimentare avviene prevalentemente nella scuola o in altri contesti formativi ed ha lo scopo  di evitare che il disturbo si manifesti o di ridurne l’incidenza attraverso una precoce individuazione degli elementi sociali, culturali, familiari e individuali a esso correlati. Esempi significativi sono la pressione sociale a essere magri e una bassa autostima con conseguente dipendenza dai modelli esterni.

Le aree di ricerca riguardano la valutazione della personalità nei pazienti con DCA

predittiva in termini di prognosi rispetto alla diagnosi sintomatologica (anoressia, bulimia, ecc).

Un’altra area di ricerca è dedicata alla valutazione dell’efficacia del trattamento psicoterapeutico nei pazienti con disturbi alimentari.