Cosa facciamo

L’Associazione DAI nasce a Roma dall’esperienza maturata in quindici anni di lavoro da professionisti specializzati nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare.

Socio fondatore della FIDA – Federazione Italiana Disturbi Alimentari, DAI promuove con la Federazione un modello multidisciplinare integrato di cura a orientamento psicoanalitico, nel quale competenze e interventi diversi sono messi in rete.

L’Associazione è “istituzione” in quanto spazio fisico sia di dialogo fra competenze disciplinari diverse – psicoanalitiche, mediche e psichiatriche – al servizio della piena comprensione del soggetto e dei suoi problemi, sia di condivisione tra i pazienti delle loro diverse esperienze di disturbo alimentare.

Il riferimento all’istituzione richiama anche l’esistenza di un luogo mentale strutturato e regolato, dove la specificità di ognuno si inserisce nella dimensione collettiva dello stare e del lavorare insieme, questo consente ai pazienti con disturbi alimentari di riappropriarsi di aree escluse del proprio funzionamento psichico e di importanti funzioni relative alla cura di sé.

L’istituzione viene sentita come esistente al di là dei singoli ed è adatta ad accogliere il bisogno di stabilità dei pazienti.

Pur rimanendo nell’abituale contesto familiare, sociale e lavorativo, il paziente è parte attiva di un percorso di accoglienza e di cura che inizia con una valutazione psicologica e l’individuazione del trattamento integrato più idoneo. Al percorso psicoterapeutico – individuale o (e) di gruppo – vengono coordinati il trattamento medico, nutrizionale e, eventualmente, psichiatrico e la possibilità di un lavoro, se necessario, con la famiglia di provenienza o con le persone significative o vicine.

L’Associazione DAI prevede anche la possibilità di includere laboratori corpo – mente volti a favorire il recupero della corporeità e a facilitare nel soggetto nuove modalità di espressione di stati interni spesso difficili da decifrare.

L’Associazione è inoltre impegnata in progetti di prevenzione, formazione e consulenza nell’ambito dei disturbi del comportamento alimentare, e collabora con la Facoltà di Medicina e Psicologia “La Sapienza”, per realizzare ricerche su alcune importanti aree di tali patologie.