Contatta il nostro Centro: 045.8013574




Psicoterapie di gruppo

La psicoterapia psicoanalitica di gruppo è un percorso che viene co-costruito da paziente e terapeuta nel corso dei colloqui preliminari. La decisione può richiedere solo alcuni colloqui o molto tempo.
 
Inizialmente il paziente può mostrarsi diffidente o spaventato dalla prospettiva di un contesto gruppale. Molto intense sono la vergogna e la paura di non essere in grado di comunicare in presenza di altri. Al contrario il gruppo rappresenta un’occasione unica per sperimentarsi in un contesto relazionale. Unica in quanto protetta dalla presenza del conduttore, dal numero limitato di partecipanti (da 4 a 8 ) e dalla reciproca garanzia di segretezza e tutela da parte dei membri del gruppo. E’ comunque necessario che il terapeuta individui eventuali controindicazioni all’inserimento in un contesto comunque meno protetto rispetto al setting classico della psicoterapia individuale ed affettivamente più denso. E’ inoltre necessario che ogni singolo paziente possa essere inserito in un gruppo i cui componenti abbiano caratteristiche compatibili con le sue.
 
Il gruppo come sistema composito integrato dalle distinte dinamiche, personalità e storie di vita dei componenti che sinergicamente contribuiscono alla sua costituzione, permette la rappresentazione esterna e la drammatizzazione della “gruppalità” interna di ciascun componente, che può così dare espressione a parti della sua personalità in conflitto, consentendo l’emergere dello spaccato profondo della vita affettiva di ogni singolo partecipante.

Il gruppo permette di uscire da un isolamento alienante che rende inaccettabile e mostruosa la sofferenza a cui però, paradossalmente, il paziente dedica ogni attimo della sua esistenza. Relazioni con altri soggetti si sostituiscono gradualmente all’unica relazione possibile: quella con un non-Sè incarnato in un corpo detestato, minaccioso e nemico.
La dimensione gruppale può alleggerire l’ansia, facilitando funzioni trasformative e dando vita a esperienze tollerabili e non intrusive, nel rispetto di aspetti di sé precocemente esiliati.
 
Se all’inizio del racconto del gruppo il sintomo alimentare sembra essere l’unico elemento esprimibile, con il tempo diventa possibile sintonizzarsi con un campo di esperienza emotiva condiviso in cui diventa possibile far emergere la ricchezza di ognuno, in un processo di fiducia e reciprocità nel quale l’arricchimento di sé si alterna alla scoperta del mondo esterno e degli altri.

Via Giardino Giusti, 4 - 37122 - Verona - [t] 045.8013574 - verona@fidadisturbialimentari.it - Mappa del Sito | Note legali e privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi