Duecentomila donne colpite da disturbi alimentari

“I disturbi alimentari, primi fra tutti anoressia e bulimia, sono nemici silenziosi e insidiosissimi: colpiscono tra le 150mila e le 200mila donne soltanto in Italia e sono la prima causa di morte per malattia tra le giovani tra i 12 e i 25 anni.

E’ quanto dimostrano i dati di uno studio della Sisdca (Societa’ italiana per lo studio dei disturbi del comportamento alimentare) diffusi oggi in occasione della giornata nazionale del fiocchetto lilla dedicata alla sensibilizzazione sui disturbi alimentari. A promuovere l’iniziativa, supportata anche dalla Fida (Federazione italiana disturbi alimentari) e’ l’Associazione ”Mi nutro di vita” nata per ricordare Giulia, una ragazza di soli 17 anni che e’ morta il 15 marzo 2011 per un grave disturbo del comportamento alimentare. Per evitare che altri ragazzi e ragazze come lei finiscano in una ”ragnatela” di bugie, ricatti e cibo, oggi la Fida in otto citta’ italiane (Torino, Alessandria, Milano, Verona, Firenze, Ancona, Roma e Salerno) fara’ attivita’ di prevenzione e informazione, con un’equipe di nutrizionisti, psicologi, psicoterapeuti e psichiatri che offrira’ consulenze gratuite su anoressia, bulimia e obesita’.”

Continua a leggere l’articolo su EoloPress.it