info@fidadisturbialimentari.it

Milano “i disturbi alimentari nella pratica clinica”

Appuntamento sabato 23 Novembre 2013 ore 10-13
a Milano in via Pergolesi 27

L’Associazione di Studi Psicoanalitici di Milano ospita la Presidente nazionale FIDA, Laura Ciccolini, e la responsabile di Il Corpo Specchio FIDA Verona, Claudia Bartocci, per un seminario dal titolo: “I disturbi alimentari nella pratica clinica. Seminario clinico-teorico“.

Quota di partecipazione: 20 euro per i soci; 20 euro + Iva per i non soci.

È stato richiesto accreditamento per ECM.

È gradita la prenotazione presso la Segreteria:

tel. 02 6706278, e-mail: segreteria.asp@hotmail.it.


La diagnosi descrittiva così come proposta dai vari DSM verrà utilizzata per tre motivi.

1. Per chiarire che anoressia e bulimia sono patologie psichiche. Patologie complesse che creano i maggiori problemi di diagnosi e di cura tra le patologie psichiatriche e sono considerate la maggior causa di morte tra le giovani donne.

2. Per sottolineare i limiti di diagnosi meramente descrittive rispetto alla possibilità di una comprensione che orienti il trattamento.

3. Per evidenziare la complessità di diagnosi quali quelle di DAI, recentemente inserite nel DSM.

L’anoressia, in modo più evidente della bulimia, pur essendo un disturbo psichico, si impone, talvolta in modo drammatico, per il disturbo del comportamento alimentare ed un danneggiamento biologico tale che pur essendo una patologia di competenza psichiatrica coinvolge poi, in interventi di urgenza, diverse aree specializzate della medicina e della psicologia.

La diffusione della sintomatologia anoressico-bulimica richiede uno specifico lavoro diagnostico che superi l’idea che queste patologie siano entità cliniche strutturate su un’unica dimensione e le consideri piuttosto fenomeni sintomatici che possono sottendere un’ampia gamma di strutture psicopatologiche.

Estremamente complessi sono anche i fenomeni sottesi alle varie forme cliniche di persone che si presentano con sovrappeso e/o obesità. Apparentemente meno drammatiche queste situazioni sfidano il clinico per la quasi assoluta impermeabilità ad ogni trattamento terapeutico.

Solo superando i limiti della diagnosi descrittiva ed abbracciando la complessità dei fenomeni al clinico risulterà quindi possibile organizzare un trattamento che tenga conto della singolarità di ogni paziente, del suo mondo interno e dell’ambiente familiare e sociale alla base della multi eziologia di queste patologie. La risposta che i relatori hanno strutturato fondando FIDA (Federazione Italiana Disturbi Alimentari) è quella di un trattamento integrato condotto da equipe multidisciplinari altamente specializzate con un orientamento psicoanalitico.

Il trattamento proposto è sia individuale che di gruppo, rivolto sia ai pazienti che ai familiari, seguiti separatamente per favorire il processo di autonomizzazione. E verrà illustrato con l’ausilio di materiale clinico.


RELATORI:

  • Claudia Bartocci

Psicologa, Psicoanalista, esercita privatamente a Verona in setting psicoanalitico individuale e di gruppo e come psicoterapeuta individuale e di gruppo presso l’Associazione Psicopatologie Contemporanee Il Corpo Specchio, sede della sezione veronese di FIDA (Federazione Italiana Disturbi Alimentari) di cui è Responsabile e Socio Fondatore.

E’ docente della Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica Esistenziale “Gaetano Benedetti”.

Socio ordinario A.S.P. (Associazione Studi Psicoanalitici), via Pergolesi 27, Milano.

Socio ordinario I.F.P.S. (International Federation of Psychoanalytic Societies), Amsterdam.

Socio Fondatore e Vicepresidente Associazione Psicopatologie Contemporanee “Il Corpo Specchio”, Via Giardino Giusti 4, Verona.

Socio Fondatore Sezione Italiana I.S.P.S., International Society for the Psychological Treatments of

Schizophrenias and other Psychoses, New York.

Socio fondatore e Segretario Associazione Psicoanalisi e Ricerca, dal 2002 al 2010, Via Bezzecca 4, Verona.

Socio ricercatore e membro del Comitato Scientifico A.B.A. (Associazione per lo studio di anoressia, bulimia, obesità e disturbi del comportamento alimentare) dal 1998 al 2010, Via Solferino 14, Milano.

Socio della Società Italiana per lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare (SIS.DCA.), Roma.

Socio fondatore della Sezione Veronese della Società Italiana di Medicina Psicosomatica (S.I.M.P.)

Ha partecipato come relatore in numerosi convegni e congressi. E’ autrice e curatrice di diverse pubblicazioni.

  • Laura Ciccolini

Psicologa, Psicoterapeuta con attività libero professionale, socio Ordinario ASP (Associazione Studi Psicoanalitici) e Socia IFPS (International Federation of Psychoanalytic Societies, New York).

Responsabile del Centro ABA di Torino dal 2000 al 2010.

Responsabile della Comunità Terapeutica sui disturbi del comportamento alimentare“ La Vela”.

Docente Corso di Specializzazione sui disturbi del comportamento ABA, sedi di Milano e Roma.

Già Vice Presidente e membro della Direzione Scientifica dell’ABA.

Responsabile e socio fondatore del Centro CPF – FIDA Torino ( Federazione italiana disturbi alimentari).

Presidente Nazionale Federazione Italiana Disturbi Alimentari (FIDA).

Consulente Psicologa presso la LENAD (Lega Nazionale Antidroga) dal 1990 al 1993.

Consulente Psicologa presso la Comunità Psichiatrica dell’ASL 4 di Torino dal 1990 al 1993.

Psicoterapeuta individuale e di gruppo presso l’ABA (Associazione per la cura dei disturbi alimentari) dal 1993 al 2010.

Socio SISDCA.

Pubblicazioni

– Dalla domanda al trattamento: analisi di una sequenza di Fabrizia Canale e Laura Ciccolini in “Anoressia e bulimia: il trattamento della famiglia” a cura di C. Menghi e P. Pace, ed. Franco Angeli (1999).

– Gruppi omogenei e individualità di Laura Ciccolini, in “Ricerca e formazione nel lavoro clinico con i gruppi” a cura di M.Gasseau e S. Simonetto, ed. Stampatori (1998).

– Anoressia e bulimia: esperienze nei gruppi monosintomatici in “Quaderni di gruppoanalisi” ed. Ananke (1997).

– Trasmissione dell’identità femminile tra madre e figlia di Laura Ciccolini e Maria Laura Ippolito, in “Devastazione e masochismo femminile” a cura di G. Grando, ed. Franco Angeli (2002).

– Il lavoro dell’equipe a orientamento analitico nella cura di un caso di anoressia-bulimia in comunità di Laura Ciccolini, Domenico Cosenza, Rossana Vercellone, in “ La posizione dell’analista” a cura di D. Cosenza e A.M. Speranza, ed. Franco Angeli (2003).

FIDA - FEDERAZIONE ITALIANA DISTURBI ALIMENTARI - C.F. 97670130588 - Mappa del sito | Note legali e privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi